notizie-vere-sul-covid-Chiesa-tampone per-chi-fa-la prima-Comunione

L’intervista di Radio Radio all’opinionista Diego Fusaro può risultare illuminante per chiarire alcuni punti riguardo il comportamento della Chiesa durante la pandemia Covid-19. Ritenendo interessante l’intervista, vi lasciamo di seguito il relativo video.

La chiesa si è dissolta e Papa Francesco è sempre più lontano dai fedeli

Fonte: Radio Radio

Diego Fusaro parla di ateismo liquido per categorizzare coloro che credono in Dio ma agiscono come se non ci fosse. Sottolinea come il potere spirituale abbia lasciato il posto a quello temporale: nello specifico, ad un papa che sceglie di appoggiare gli enti governativi invece di parlare di spiritualità e religione. Jorge Mario Bergoglio ha infatti espressamente chiarito che occorre seguire le regole dettate dagli organi internazionali come il tribunale dell’AIA o, durante il lockdown italiano, di seguire il Governo. Dov’è la religione in tutto questo? Qual è il suo ruolo e perché si esprime su questioni che non lo riguardano?

Bergoglio ha scelto inoltre di non effettuare viaggi finché l’emergenza Covid-19 non arrivi ad una fine. Come giustamente sottolineato dal conduttore radiofonico, la religione ha vissuto insieme al popolo momenti simili nel corso della storia ed è stata il punto fermo per molte persone, accendendo barlumi di speranza dove la disperazione rischiava di prendere il sopravvento. La Chiesa ha sempre camminato insieme ai suoi fedeli, nel bene e nel male. Sembra invece sia ora arrivata ad una scissione, sia interna (pensiamo al papa emerito) che esterna, e appare sempre più lontana dai fedeli (la scelta di non viaggiare ne è la più lampante dimostrazione). Un papa che in un momento storico di una difficoltà senza precedenti sceglie di non incontrare i suoi fedeli è un papa che mette al primo posto i suoi interessi e dimentica la necessità dei più deboli.

Il mondo cerca di tornare lentamente alla normalità: si è ripreso a viaggiare, si può entrate ed uscire dal paese senza l’obbligo di quarantena, si è tornati negli uffici e presto si rientrerà nelle scuole. I luoghi che segnano i rituali più comuni come bar, ristoranti e palestre hanno riaperto ormai da mesi confermando il rientro alla normalità di un Paese che tanto lo auspicava. Infine, anche le Chiese svolgono la loro normale programmazione. Tutti sempre seguendo le più semplici regole di igiene e di convivenza comune. Tutti tranne qualcuno: il papa. Sembra assurdo, ma lui non è ancora tornato ad incontrare i suoi fedeli, proclamando un rientro alla normalità come tutti.

Che anche Bergoglio faccia parte del team di politici, medici ed opinionisti che alimenta il terrorismo mediatico in tema Coronavirus noi l’abbiamo sempre ipotizzato, come lo dimostra l’emblematica immagine che abbiamo scelto per la prima pagina.

Papa Francesco è sempre più lontano dai fedeli

E voi cosa ne pensate?


Fonte: Radio Radio

Dai un’occhiata ai nostri ultimi articoli

Tags: