notizie-vere-sul-covid-Il caso-della-Svezia

Il caso della Svezia: una strategia anti Covid diversa

I Paesi dell’Unione Europea hanno gestito in maniera differente la situazione Covid-19: c’è chi ha optato per il lockdown, come Italia e Spagna, chi inizialmente non l’ha imposto facendo poi marcia indietro, come il Regno Unito, e chi invece ha adottato misure meno drastiche, come i paesi scandinavi. Parliamo della Svezia:

I numeri della Svezia

Casi totali: 85.558

Decessi: 5.837

La Svezia ha scelto di andare controcorrente, puntando all’immunità di gregge, cercando di far vivere alla sua popolazione una vita quanto più simile alla normalità possibile. Anche l’economia svedese sembra aver risposto bene ad un periodo tanto difficile per i consumi: nell’euro-zona il PIL è crollato mediamente di 12 punti percentuali, mentre in Svezia si è fermato ad un crollo di 8 punti percentuali.

Una settimana fa la Svezia ha reso noti i suoi ultimi numeri riguardo i casi da Coronavirus al Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc): 12 casi ogni milione di persone, numeri inferiori rispetto ai suoi vicini scandinavi. Il numero delle morti giornaliere per Covid-19 si aggira intorno ai 2/3 al giorno, confermando il drastico calo rispetto ai mesi passati.

Nel gestire la vicenda Covid-19 in Svezia è stato fondamentale il contributo dell’epidemiologo di Stato Anders Tegnell, sostenendo la teoria dell’immunità di gregge che, sebbene più lenta del previsto, si presenta come la soluzione più sostenibile per il paese.

La Svezia: una strategia diversa

A differenza di altri paesi, la Svezia ha scelto di non imporre mai un vero e proprio lockdown. Le principali attività commerciali come bar, negozi e ristoranti sono rimaste aperte, così come le scuole e gli uffici. Si è fatto affidamento al singolo, il quale deve mantenere le distanze sociali e che qualora lo ritenesse necessario, può scegliere l’autoisolamento. Ci si è potuti ritrovare nei luoghi pubblici fino ad massimo 50 persone.

La riapertura della frontiera con la Norvegia

I primi giorni di agosto si sono registrati numeri interessanti per l’economia svedese: caduto l’obbligo di quarantena, i norvegesi hanno approfittato della riapertura delle frontiere con i loro vicini per fare shopping. Tra i vari luoghi ad essere presi d’assalto, un centro commerciale a Töcksfors, a sette chilometri dal confine. Il salto oltreconfine per gli acquisti sembra affondare le proprie radice nel prezzo di gran lunga conveniente rispetto alla Norvegia: prodotti a base di carne, bevande alcoliche e tabacco tra le categorie più vendute.

Controlla tu stesso i numeri in tempo reale

Fonte: Euronews, Business Insider

Continua a navigare tra i nostri contenuti

Categories:

Tags: